2020 - cineArt happening

 

 

12 et 19 janvier 2020

 

14h00-18h00

 

LO SCHERMO DEL GAMBA  |  cineArt happening

Una doppia maratona visiva e installativa con le migliori produzioni au­diovisive e cinematografiche relative al mondo dell’arte contempora­nea, selezionate dalla direzione artistica di FRONTDOC.

FRONTDOC in poche battute

Nato nel 2008, come “vetrina” sul cinema documentario in Valle d’Aosta,
FrontDoc è cresciuto anno dopo anno, consolidandosi come Festival
Internazionale del Cinema di Frontiera e guadagnandosi un posto
di riferimento nel panorama europeo delle manifestazioni dedicate al
cinema documentario, con una sua precisa identità e una costante attenzione
alle contaminazioni di genere e alle innovazioni di linguaggio.
Un festival che propone una ricca selezione di film in concorso, molti
dei quali presentati per la prima volta in Italia, dopo aver ottenuto importanti
riconoscimenti in tutto il mondo: opere capaci di raccontare la
realtà contemporanea, i suoi drammi e le sue problematiche.
Nato nel 2008, come “vetrina” sul cinema documentario in Valle d’Aosta, FrontDoc è cresciuto anno dopo anno, consolidandosi come Festival Internazionale del Cinema di Frontiera e guadagnandosi un posto di riferimento nel panorama europeo delle manifestazioni dedicate al cinema documentario, con una sua precisa identità e una costante attenzione alle contaminazioni di genere e alle innovazioni di linguaggio.Un festival che propone una ricca selezione di film in concorso, molti dei quali presentati per la prima volta in Italia, dopo aver ottenuto importanti riconoscimenti in tutto il mondo: opere capaci di raccontare la realtà contemporanea, i suoi drammi e le sue problematiche.

 

 


 

 


DIMANCHE 12 JANVIER 2020

 

15h30

Quattro cortometraggi riconducibili a quella zona di frontiera e sperimentazione fra cinema e arti visive, che riflettono sulla rappresentazione del potere e le sue storture. 

 

THE REFLECTION OF POWER di Mihai Grecu (Francia, 2015, 9')

Menzione Speciale della Giuria – Festival Internazionale di Clermont-Ferrand 2015

Miglior Film Sperimentale – Frontdoc 2016

Nella più impenetrabile capitale del mondo, una folla assiste ad uno spettacolo, mentre una catastrofe immane sta per abbattersi sulla città…

 

CONSEIL D'ÉTAT di Fanny Zaman (Belgio, 2016, 7')

Selezione Ufficiale – FIDMarseille 2016

Selezione Ufficiale – Frontdoc 2017

Le immagini dell’Expo 1958 di Bruxelles trasudano fede nella modernita`, nel futuro e nelle possibilita` della tecnologia. Il suono e l’immagine, la paura e l’ottimismo, si scontrano.

 

AN ABSENT WOUND di Maryam Takafory (Iran, 2018, 10')

Miglior Cortometraggio sezione Fugas – DocumentaMadrid 2018

Miglior Film Sperimentale – Frontdoc 2018

Mettendo in scena due spazi pubblici che in Iran sono prescritti alle donne, il ritratto della regista sul raggiungimento della maggiore età di uomini e donne sottolinea il processo di separazione dei generi.

 

IRREGULARS di Fabio Palmieri (Italia, 2015, 9')

Miglior Documentario – Aspen Short Fest 2016

Selezione Ufficiale – Frontdoc 2016

Ogni anno 400.000 persone cercano di entrare in Europa. Fuggono da guerra, persecuzione e povertà e affrontano un pericoloso e spesso mortale viaggio attraverso il Mediterraneo.

 

 

16h15

Da FRONTDOC 2019

 

SYMPHONY OF THE URSUS FACTORY di Jasmina Wójcik (Polonia, 2018, 60 m)

FrontDoc 2019 - Miglior Mediometraggio / Giuria Giovani

HOTDOCS, Toronto (Miglior mediometraggio)

Vicino a Varsavia, nelle rovine di una fabbrica dismessa, operai, ingegneri, dirigenti e segretarie rievocano movimenti che i loro corpi non hanno mai dimenticato, dando vita a una strabiliante sinfonia in cui rivivono i valori quasi dimenticati di comunità, solidarietà e dignità del lavoro.

 

 

A seguire, per la prima volta in Valle d'Aosta

 

LUTHER BLISSETT - INFORMATI, CREDI, CREPA di Dario Tepedino (Italia, 2019, 58’)

Selezione Ufficiale Biografilm 20191994. Un manipolo di artisti senza volto si prende gioco delle testate nazionali... e si chiamano tutti Luther. Negli angoli della Bologna degli anni Novanta spunta il volto fittizio di Luther Blissett, che ha il nome dell’attaccante del Milan, ma e` uno pseudonimo. Perche´ Luther Blissett e` soprattutto spazio in cui sperimentare, laboratorio di liberta` per una grande rete di performer, irriverenti attori di sabotaggi, manifestazioni, pubblicazioni e, soprattutto, quelle che oggi chiameremmo fake news. L’irresistibile documentario che racconta le imprese del collettivo da cui si formo` l’odierno Wu Ming: un movimento culturale visionario che voleva smascherare l’ipocrisia dei media. E c’è riuscito.

 

 

 

 

 

 


DIMANCHE 19 JANVIER 2020

 

15h30

Quattro cortometraggi che, attraverso l'utilizzo di tecniche e approcci narrativi diversi, testimoniano l'incredibile vitalità del documentario d'animazione.

 

LINGUA ABSENTIA di Kate Raney e Jeremy Bessof (USA, 2016, 10')

Selezione Ufficiale Athens Animfest 2016

Selezione Ufficiale Frontdoc 2017

Una madre aiuta la figlia schizofrenica, Abby, durante la terapia per guarire da un cancro. Animazioni in cut-paper implodono in macchie colorate e allucinazioni, mentre la malattia mentale di Abby ha il sopravvento sulla sua capacita` di comprendere cosa le sta accadendo.

 

OBON di André Hornmann e Samo (Germania, 2018, 15')

Miglior Cortometraggio d'Animazione – Krakow Film Festival 2018

Miglior Cortometraggio Giuria Giovani – Frontdoc2018

Akiko Takakura e` sopravvissuta al bombardamento atomico di Hiroshima; ma nel mezzo della distruzione totale e` riuscita a trovare un momento di autentica felicita`.

 

THE DEAL di Ewa Smyk (UK, 2015, 4')

Selezione Ufficiale – DOK Leipzig 2015

Selezione Ufficiale – Frontdoc 2016

Un cortometraggio di animazione in stop motion sull’organizzazione dei matrimoni nella Polonia orientale negli anni ’50 e ’60. Una contemplazione di ricordi e oggetti familiari che raccontano l’atmosfera di un’epoca.

 

THE BUS TRIP di Sarah Gampel (Svezia, 2016, 13')

Selezione Ufficiale – Palm Spring ISFF 2016

Selezione Ufficiale Frontdoc 2016

Sarah è invitata a mostrare il suo film a un festival itinerante in Israele, spostandosi in autobus da una città all’altra. Vorrebbe stringere amicizie e scambiare idee sulla politica, ma appena tocca l’argomento dell’occupazione della Palestina la conversazione si interrompe.

 

 

16h30

Da FRONTDOC 2019, una selezione dai film premiati in questa ultima edizione

 

DANS L'OEIL DU CHIEN di Laure Portier (FRA, 2019, 38')

FrontDoc 2019 – Miglior Mediometraggio / Giuria Internazionale

Cinéma du Réel, Paris (Miglior cortometraggio)

A porte chiuse, nello spazio claustrofobico di una casa, due donne – la regista e sua nonna – si confrontano quotidianamente con la malattia di quest'ultima, cercando di prepararsi a superare ciò che le attende.

 

IF YOU KNEW di Stroma Cairns (UK, 2018, 5')

FrontDoc 2019 - Miglior Cortometraggio / Giuria Internazionale

Open City Doc Festival, London (Miglior cortometraggio)

Dopo mesi di litigi e di incapacità di comunicare, due gemelli adolescenti, entrambi non udenti, si riuniscono per trascorrere una giornata a Canvey Island.

 

SWATTED di Ismaël Joffroy Chandoutis (FRA, 2018, 21')

FrontDoc 2019 – Miglior Cortometraggio / Giuria Giovani

Festival du Court Métrage de Clermont-Ferrand (Premio Speciale della Giuria)

Una surreale esplorazione cinematografica del fenomeno dello “swatting”. Animazioni ipnotiche e quasi surreali esplorano la misteriosa terra di confine in cui videogiochi e realtà si sovrappongono - una zona liminale in cui la violenza simulata e quella reale paiono intercambiabili.

 

 

A seguire, in anteprima rispetto alla sua uscita nelle sale a febbraio 2020

 

CERCANDO VALENTINA – IL MONDO DI GUIDO CREPAX di Giancarlo Soldi (Italia, 2019, 75')

Festival del cinema di venezia – Giornate degli Autori 2019

Selezione Ufficiale - Milano Film Festival 2019

Presentato eccezionalmente in anteprima rispetto alla sua uscita nelle sale cinematografiche, un'affascinante odissea biografica fra sogni, desideri e ossessioni alla scoperta del mondo visionario di Guido Crepax.

1965. Parigi, Londra e Milano, pulsano allo stesso ritmo con una nuova energia creativa e ribelle. Guido Crepax la intercetta e la traspone in un fumetto in cui arte, musica, design, cinema e moda si contaminano, rompendo e innovando la struttura narrativa. Valentina, la fotografa sognatrice, diventa il suo alter ego. Valentina è bella come Louise Brooks, disturbante come un taglio di Fontana, consapevole come una lirica di Bob Dylan, è libera come la musica di Charlie Parker.

 


 

cineArt happening

 

Plein tarif € 5,00

Tarif réduit € 3,00

Tarif réduit 6-18 ans € 2,00

 

 

POUR INFORMATIONS ET RÉSERVATIONS

 

 

+39 0166 563252


Événements



Retour en haut